mercoledì 12 luglio 2017

Science&Comics 001/2017: The Babbage Issue

Numero di Comics&Science dedicato al Museo per gli Strumenti per il Calcolo di Pisa, quindi per estensione alla storia delle calcolatrici e dei computer.
La parte a fumetti è costituita principalmente dalla storia Il Segreto di Babbage di Castelli e Peddes. La vicenda prende le mosse in maniera non dissimile dalla prima storia breve di Martin Mystère ospitata su Orient Express (e poi, ridisegnata sempre da Alessandrini, su Comic Art), in cui dal passato, in questo caso dall’Inghilterra ottocentesca del Matematico Charles Babbage, si prefigura una misteriosa minaccia di proporzioni titaniche. Anche stavolta il pericolo di questa minaccia misteriosa non è qualcosa di apocalittico (beh, non troppo) ma in questo caso Castelli ha pigiato nettamente sull’acceleratore dell’umorismo confezionando una soluzione del mistero molto divertente, anche se come da abitudine dello sceneggiatore tout se tient.
I disegni di Gabriele Peddes, con frequentissime derive caricaturali, sono quindi adatti a illustrare questa storia di strumenti di calcolo terrestri e non, ma purtroppo la carta usata (per quanto di alta grammatura) non è patinata e non rende del tutto giustizia al lavoro del disegnatore, che ha realizzato anche i colori.
Tra i redazionali, oltre a un’intervista ai due autori, c’è una presentazione del Museo firmata da Fabio Gadducci, una storia delle calcolatrici di Giuseppe Lettieri, un’indagine sullo IAC di Mauro Picone a cura di Andrea Celli e un articolo di Mirko Tavosanis sul rapporto tra computer e letteratura. Tutti gli interventi sono corredati da un apparato iconografico che, seppur non ricchissimo, è veramente molto interessante.
Una curiosità: l’Antonio Pacinotti che viene citato nell’articolo di Gadducci dovrebbe essere il nonno di Gipi, se i Fisici e gli Ingegneri fumettofili che frequentavo anni fa non mi hanno raccontato balle.
In appendice ci sono due pagine di Davide La Rosa dedicate a Turing (nonostante un certo reiterarsi del suo umorismo strappa ancora più di una risata) e le “notizie” di Lercio.it, anche queste esilaranti pur senza gli “annunciatori” che le declamano a Lucca prima delle conferenze.

Nessun commento:

Posta un commento